penna-calamaio
 
Auguri!

Quante volte e in quante occasioni usiamo questa espressione per dire il bene che sentiamo per l'altro, la vicinanza in un momento di fatica o di tribolazione, di condivisione di un giorno di festa o di una particolare ricorrenza.

Gli Àuguri erano una piccola comunità di sacerdoti dell'antica Roma pagana, vivevano presso il tempio di Romolo e si dedicavano a leggere le previsioni del tempo meteorologico e storico attraverso il volo degli uccelli. Se i vari stormi passavano numerosi nel cielo di Roma in modo ordinato e silenzioso, preannunciavano tempo e avvenire buono, diversamente uragani e fatti calamitosi.

Una volta tanto, nella nostra cultura, è rimasto solo l'aspetto positivo e farsi gli auguri oggi significa consegnarsi l'un l'altro qualcosa di bello e positivo.
Allora AUGURI a tutti voi per le prossime feste patronali.

Auguri all'Amministrazione comunale perché metta sempre al centro le persone e ragioni sui problemi tenendo l'occhio sui cittadini. Auguri a tutta la Comunità parrocchiale perché sappia sfruttare ancora una volta la testimonianza dei Santi Martiri Patroni così da rendere luminosa la fede.

Auguri tutti speciali al nostro Arciprete don Gilio per i suoi 65 anni di Messa. Mi piace a questo punto "rubare" una frase dell'ing. Giuseppe Peretti che salutando l'Arciprete nell'ottobre 2011 diceva: "...Lei ha donato 39 anni della sua vita, ma il cuore, tutto intero, a Trecate".

Grazie e auguri don Gilio, carichi di affetto e gratitudine da tutti noi!

don Ettore