diventa volontario della cultura ... se sei interessato scrivi a info-teatro

diventa volontario della cultura

È attivo da diversi giorni lo sportello per la raccolta dei prestiti sul portale www.terzovalore.com
Il “Progetto” è arrivato ad un buon punto: occorre un ulteriore sforzo di tutta la comunità per coprire quanto serve per la sua realizzazione. Siamo invitati ad affrettarci: il periodo di attività della “finestra” scade improrogabilmente il 14 dicembre, ultimo giorno utile per sottoscrivere un prestito. Lo sportello e i suoi volontari ci attendono tutti in casa parrocchiale il lunedì, mercoledì e sabato dalle 9 alle 12.

Ecco un’immagine tridimensionale realizzata graficamente a computer che ci dà un’idea di come sarà la nostra struttura che, indicativamente, dovrebbe essere realizzata entro il Grest 2016.

 

render-struttura

 

zerocinque marzo2017a

Nel pomeriggio di domenica 19 marzo si è svolto l’incontro di Iniziazione Cristiana per i bambini dagli 0 ai 5 anni e per i loro genitori,

lectiobambinafeb2017

Il pomeriggio di domenica 12 ha accolto bimbi e genitori di I elementare per l’appuntamento di febbraio con la Lectio bambina, che vuole coinvolgere i più piccoli nella lettura animata della Parola di Dio. Questa volta al centro del pomeriggio è stata la parabola di Gesù riguardante la ‘monetina perduta’ (Lc 15,8-10): ambientata nella vita di tutti i giorni e narrata con un linguaggio semplice, questo racconto esemplificativo di Gesù conquista l’attenzione dei piccoli uditori e tocca la loro fantasia. “La donna cerca la moneta perduta, accende la lucerna, la vuole scovare anche negli angolini più nascosti, spazza la casa e non si dà per vinta, fino a quando non sente il tintinnio della sua moneta ritrovata”. La narrazione tratta dal Vangelo permette di avviare una conversazione e di parlare con i bambini di un’occasione in cui si è perduta una cosa preziosa e poi la si è ritrovata.

Segue la proposta del gioco il “Cerca e trova”: un grande sacco contiene tante monete nascoste tra la paglia, monetine da cercare e trovare, un bene che si ritrova con fatica, proprio come la dracma della parabola. Il gioco entusiasma e rallegra, favorisce la socializzazione, la risata e il divertimento del gruppo. Poi via alla creatività: i bambini disegnano il ritratto di se stessi su di una grande moneta, per sottolineare l’idea che ognuno è molto importante per Gesù e quando ci perdiamo Lui non si dà pace e viene a cercarci per poter gioire e fare festa insieme donandoci la Sua Parola e il Suo Perdono. L’atmosfera festosa e accogliente permette anche ai genitori di partecipare alle attività proposte: si canta insieme, si ascolta, si disegna e si gioca.

Al termine dell’incontro, unito ad un cordialissimo arrivederci al prossimo appuntamento - domenica 19 marzo alle 16 in Oratorio San Giuseppe - alcune mamme e papà ci dicono: “Pensiamo che questo percorso di Iniziazione cristiana per bimbi di I elementare rappresenti una bella esperienza per i nostri figli; in questi incontri, essi vengono introdotti alla vita di Gesù con molta semplicità e amore e giocando imparano cose nuove e stanno bene insieme. È anche un bel momento per conoscersi, grandi e piccoli, e per diventare amici… grandi e piccoli!”.

Vi aspettiamo a marzo, per le attività su “Il Padre buono” (Lc 15,11-32). Sono invitati tutti i bimbi di I elementare accompagnati dai propri genitori.

Piera Lavatelli

 
Qui è possibile scaricare il volantino in formato PDF

 

zerocinque feb17

“Senti ti devo dire una cosa” è il tema tratto dal brano evangelico di Luca

ATTI DEGLI APOSTOLI E LETTERE DI SAN PAOLO

lettura-pregata-2016

Riprendiamo il Libro degli Atti degli Apostoli dal capitolo 15.

Gli incontri avranno luogo in Monastero alle ore 21 nelle seguenti date:

9 Ottobre

23 Ottobre

6 Novembre

20 Novembre

4 Dicembre

18 Dicembre

8 Gennaio

29 Gennaio

12 Febbraio

25 Febbraio

11 Marzo

8 Aprile

21 Aprile

6 Maggio

20 Maggio

3 Giugno

17 Giugno

 

 

don-Mauro

Pochi chilometri… tanta strada!

Dal balcone della casa della mia famiglia, a Romentino, si vede il campanile e la cupola di Trecate. Mai avrei pensato di cominciare proprio lì il mio ministero di prete. Sono rimasto incredulo per qualche istante anche quando il Vescovo Renato, qualche settimana dopo avermi ordinato prete assieme a don Tommaso, mi propose di venire qui, prendendo il posto di don Giuseppe che io conoscevo da quando era stato il prete del mio Oratorio a Romentino, anni prima. Ciò che oggi sto vivendo mi fa ripercorrere il mio cammino personale, che ha avuto grande slancio proprio grazie all'Oratorio, cui devo tanto, a tutti coloro che lì mi hanno accompagnato. Gli anni del seminario mi hanno offerto la possibilità di conoscere altre realtà, non solo oratoriane, e la mia prima destinazione da prete qui a Trecate mi ha coinvolto in particolare tra i giovani. Questi anni, già sette, mi hanno offerto tante opportunità di condivisione e di crescita, in ambito personale e pastorale. La vita in Oratorio è piuttosto dinamica e questo mi coinvolge molto. Capita di poter giocare assieme ai ragazzi: questo tiene vivi anche bei ricordi personali, di tanti momenti belli vissuti qui. A volte capita di ripensare a esperienze vissute da “animato” o da “animatore” e di ritrovarle da prete. Accanto alla mia esperienza, trovo utile e prezioso ricevere tanti nuovi stimoli dalla realtà odierna, che ho la fortuna di accostare assieme a tante persone con cui posso collaborare. Tante iniziative della comunità sono state e sono per me una risorsa e mi stanno facendo fare “tanta strada”, arricchendomi molto. Anche l’esperienza dell’insegnamento alla scuola media è ricca di stimoli e mi dà la possibilità di incontrare molti ragazzi, al di là di quanti già frequentano l’Oratorio. La condivisione del ministero con gli altri preti della Parrocchia rappresenta per me una vera benedizione: veri fratelli... comprensivi anche dei miei tempi (non proprio sempre in pace con l’orologio!). Quando c’è un po’ di tempo mi piace pedalare, verso la campagna, che in ogni stagione sa regalare colori, suoni, odori. Non sarà granché il paesaggio della Bassa, ma è aria di casa. Credo di essere tra i preti della nostra Diocesi meno lontani dal proprio paese d’origine e anche Trecate, ormai, mi è familiare.

don Mauro

E' la proposta della comunità parrocchiale per tutte le coppie che, avendo iniziato un percorso di vita insieme, desiderano condividerlo con altre, alla luce della fede. Ecco le date del cammino 2015 - 2016: 

sara e tobia 2015-16

 
Qui è possibile scaricare il volantino in formato PDF

 

OTTO INCONTRI SULL’EUCARESTIA

NonDiSoloPane001

 

NonDiSoloPane002

La gioia vera viene da un'armonia profonda tra le persone, che tutti sentono nel cuore e che ci fa sentire la bellezza di essere insieme, di sostenerci a vicenda nel cammino della vita”

Papa Francesco

 

Domenica 26 novembre alle ore 10 la Messa in chiesa parrocchiale sarà dedicata alla “Festa delle famiglie”. Come sempre, si tratta di un momento particolare per rendere grazie per il dono prezioso della famiglia. Alla celebrazione sono invitate in modo speciale tutte le coppie che si sono sposate nel 2017 o che celebrano un anniversario di matrimonio (sia esso il 1°, 5°, 10°, 20°, 25°, 30°, 40°, 50°, 60° e così via...). Questa occasione di festa è aperta anche a tutte le famiglie che vogliono ricordare una data significativa del proprio cammino matrimoniale, o che semplicemente desiderano celebrare il proprio essere famiglia. Al termine della Liturgia sarà scattata una foto-ricordo di gruppo e consegnato un ricordo di questa giornata; a seguire, rinfresco presso l’Oratorio Femminile. Per chi volesse aderire è necessaria l’iscrizione entro sabato 18 novembre in Ufficio parrocchiale (0321 71276), negli orari di apertura.

 

colletta2016

Sabato 26 novembre in 12.000 supermercati in Italia - tra cui anche Trecate - si terrà la 20^ edizione della Colletta Alimentare, promossa dalla “Fondazione Banco Alimentare”. Come fare a dare un aiuto? Basta acquistare durante la spesa alimenti per l’infanzia, tonno in scatola, riso, olio, legumi, sughi e pelati e consegnarli ai volontari presenti. Questi alimenti saranno distribuiti in 8.100 strutture caritative, che accolgono 1.560.000 poveri in Italia. Aiutaci ad aiutare!

“Non si può distogliere lo sguardo e voltarsi dall’altra parte per non vedere le tante forme di povertà che chiedono misericordia… la misericordia di Dio non è una bella idea, ma un’azione concreta”. – Papa Francesco

 

II-elementare1

Grazie alla “Balena” abbiamo potuto starci proprio tutti: bambini, genitori, catechisti, animatori e sacerdoti. Tutti insieme per porre le basi dell'essere comunità, per iniziare a rendere concreta con la nostra partecipazione quella realtà che abbiamo ricevuto il giorno del Battesimo. Con i piccoli di seconda elementare abbiamo iniziato ad accoglierci giocando, tessendo una ragnatela rossa che ci univa tutti. Tra salti, corse e anche un po’ di fatica per ascoltarci tutti, ma con tanta gioia, abbiamo percepito che non siamo soli e che un Amico è sempre presente quando ci riuniamo insieme. Questo amico si chiama Gesù: lo abbiamo ringraziato con una breve preghiera per averci invitato e desideriamo ancora continuare a incontrarci.

II-elementare2

I genitori hanno vissuto un momento tutto per loro guidati da don Alessandro, per poi raggiungerci al termine. Fuori ci aspettava il sole e buonissime caldarroste. La prossima volta continueremo a giocare per imparare a stare insieme, guardare attorno a noi e fare nuove scoperte. Un cammino è appena iniziato. Conserviamo l’entusiasmo e il desiderio di partecipare! Prossimi incontri il 4 dicembre, 22 gennaio, 5 marzo, 2 aprile e 7 maggio.

Maria Pia e i bambini di II elementare

 

Per Natale o anche prima potremo riascoltare la nostra messa trasmessa via etere. Come?

radio-parrocchiale